I capricci

E’ quasi impossibile che il tuo bimbo attraversi i suoi primi anni senza scoppiare in uno di quei spettacoli da pavimento chiamati “capricci”. Alcuni bambini sono più capricciosi di altri, sembrano perdere più facilmente la pazienza. Forse fa semplicemente parte di come sono fatti.

E’ già abbastanza difficile quando i capricci avvengono a casa ma è peggio quando avvengono al supermercato, in macchina, a casa di amici, davanti ai tuoi genitori …

Spesso il capriccio deriva da una qualche forma di frustrazione e non sempre potrai evitarla. Fa parte del processo di apprendimento mentre tuo figlio comincia ad imparare.

Una cosa da evitare una volta che scoppia il capriccio è gettare la spugna. Dare al bambino quello che chiede con il capriccio assicura che situazioni come questa si ripeteranno molte altre volte ancora. Avrete semplicemente provato che funziona.

 

Ecco qualche suggerimento per affrontare i capricci:

  • la prima cosa è assicurarsi che il bambino non si faccia male, che non faccia male ad altri o che non crei danni a cose e oggetti.
  • cercare di restare calmi. La rabbia può solo peggiorare la situazione. Se non credi di poterti controllare, lascia la stanza. La cosa peggiore che può succedere è che anche tu cominci a fare i capricci.
  • dimentica l’idea di ragionare con tuo figlio. Di sicuro in questo momento non ti sta ascoltando (e neppure vuole!).
  • alcuni bambini esauriscono i loro capricci più rapidamente se vengono tenuti con amorevole fermezza. Con altri questo peggiora le cose.
  • una volta che ti sei accurata che tuo figlio non corre pericoli, se puoi, lascia la stanza. Se il capriccio è mezzo voluto, come nel caso in cui un bambino vuole fare a modo suo, escluderlo dalla tua attenzione potrebbe funzionare.