Il sonno

ALCUNE COSE DA TENERE IN CONSIDERAZIONE

La ricerca conferma che un sonno di scarsa qualità durante il giorno può avere effetti non solo sullo sviluppo mentale del bambino ma anche sulla sua capacità di dormire bene di notte. I riposini dei primi anni sono una sana abitudine che permette di dormire bene. Un riposino infatti offre al piccolo una pausa dagli stimoli e gli permette di ricaricare le energie per le attività che seguiranno. Il miglior momento per un pisolino pomeridiano è tra le 12 e le 14 – orario che coincide con il fisiologico calo di attenzione del bambino.

Stabilire delle sane abitudini del sonno dipende da tanti altri fattori. Un grande impatto ha l’assicurarsi che i bisogni alimentari, fisici, emotivi e mentali del piccolo siano stati soddisfatti.

Anche se ci sono vedute diverse sul quando cominciare ad instaurare una routine della messa a letto, la maggior parte degli esperti concorda sul fatto che dovrebbe cominciare con un momento per il bagno, poi il pasto e un momento preciso per mettere il piccolo a letto.

Per esperienza personale, prima si mette a letto il bambino più sarà facile evitare molte problematiche legate al sonno.

E’ vero che non è necessario lavare con detergenti il bambino tutti i giorni ma un bagno nell’acqua calda e a seguire un leggero massaggio sono modi bellissimi per rilassarsi la sera. La ricerca ha anche dimostrato che bambini massaggiati la sera (e qui gli olii essenziali naturali come la lavanda possono tornare molto utili!) dimostrano di avere minor problemi di sonno.

Importante: non cercare di fare il bagnetto ad un bambino stanco o che ha fame. E’ anche importante essere ben organizzati prima del bagnetto per essere sicuri di avere a portata di mano asciugamani, creme, pigiama a tutto quello di cui potresti aver bisogno.

In camera si abbassano le tapparelle e la luce.

Per la messa a letto degli uno-tre (così vengono chiamati in italiano i “toddlers”) prenditi un’ora di tempo prima dell’effettiva messa a letto in modo da riaggiustare piano piano l’orario di 5 minuti fino ad aver raggiunto l’orario desiderato per la messa a letto. Ovvio che se il bambino non dorme bene durante la notte sarà necessario applicare anche qualche tecnica per insegnare al piccolo ad addormentarsi.

Ci sono molti motivi per cui i bambini non dormono bene la notte ed è importante assicurarsi che nessuno di questi abbia effetti sul piccolo.

Il giusto orario per i pasti, la corretta dieta, la forte stanchezza (mentale o fisica), l’iper-stimolazione, la malattia, l’ansietà (è importante non dare troppa attenzione al bambino permettendogli di sentirsi premiato per l’essersi svegliato durante la notte), la dentizione, il sentirsi scomodo (temperatura della stanza, il pigiama giusto) e gli sfoghi cutanei da pannolino sono comuni cause di un sonno notturno di scarsa qualità.