Le mie 10 regole d’oro

Se potessi riassumere il mio approccio alla cura dei bambini, queste sarebbero le 10 regole d’oro da seguire. Sono basate sull’osservazione – non sulla teoria. Si applicano alla maggior parte delle situazioni che ti troverai ad affrontare.

 

  1. Elogi e premi

I migliori premi sono l’attenzione, l’elogio e l’amore. Caramelle, regalini e giocattoli non sono necessariamente dei premi. Una tabella a punti o un’uscita speciale possono incoraggiare un buon comportamento.

  1. Costanza

Una volta che hai stabilito una regola, non cambiarla per il quieto vivere o perché ti senti a disagio. Assicurati che tutti – e questo include anche chi si occupa dei tuoi figli e il tuo partner – si attengano alla stessa regola. Una regola è una regola!

  1. Routine

Assicurati che la casa sia in ordine e mantieni una routine. Stabilire orari per le passeggiate, per i pasti, per il bagno e per andare a letto sono pietre miliari per la vita di una famiglia. Una volta che una routine è stata creata, allora puoi permetterti di essere un po’ più flessibile, come quando sei in vacanza, per esempio. Deve essere una cornice ma non troppo rigida.

  1. Limiti

I bambini hanno bisogno di sapere che ci sono dei limiti al loro comportamento – questo significa conoscere cosa è accettabile e cosa non lo è. E’ importante stabilire delle regole e spiegare ai bambini cosa ci si aspetta da loro.

  1. Disciplina

L’unico modo per mantenere i limiti è usare la disciplina. Questo non significa altro che avere un controllo giusto e fermo. Per far sì che il bambino capisca, qualche volta è sufficiente una voce autoritaria e un avvertimento. Altrimenti, ci sono altri modi che non includeranno comunque la punizione.

  1. Avvertimenti

Esistono due tipi di avvertimenti. Uno dice al bambino cosa sta per succedere come nel caso in cui gli anticipi che è quasi ora di fare il bagno o che il pranzo è quasi pronto. L’altro tipo di avvertimento è per un cattivo comportamento. Questo dà al bambino la possibilità di correggere il proprio comportamento senza il bisogno di ulteriore disciplina.

  1. Spiegazioni

Un bambino piccolo non sa come deve comportarsi a meno che tu glielo dica. Mostraglielo e spiegaglielo per far sì che il messaggio sia recepito. Non cercare di ragionarci su o di farlo troppo complicato – semplicemente dì come stanno le cose. Quando disciplini il bambino, spiegagliene il motivo in modo adeguato alla sua età. Per far sì che il messaggio venga davvero recepito, chiedigli se ha capito il motivo per cui è stato disciplinato.

  1. Limitazioni

Rilassati. Tu sei il genitore e tu hai il controllo. Non rispondere ad un capriccio con uno scatto d’ira o alzando la voce se il tuo bambino urla. Tu sei l’adulto. Non lasciare che tuo figlio ti porti all’esasperazione.

  1. Responsabilità

L’infanzia ha a che fare con il crescere. Lascia che i tuoi figli crescano. Permetti loro di fare cose piccole che facciano bene alla loro auto-stima e che gli consentano di imparare ciò che è utile per affrontare la vita. Falli partecipare alla vita di famiglia ma assicurati che le tue aspettative siano ragionevoli. Evita che facciano sentire il bambino come un costante fallimento.

  1. Relax

Momenti di qualità sono importanti per tutti, anche per te stesso. Lascia che il tuo piccolo si tranquillizzi prima di andare a letto leggendo un libro e con un po’ di coccole. Assicurati che tu, il tuo partner e gli altri bambini abbiate tutti un po’ di attenzione individuale.