Paure improvvise

Scrive mamma Romina:

“Sono la mamma di due splendidi bambini, preoccupata per la grande, 7 anni, che nell’ultimo periodo soffre di paure improvvise, attacchi di pianto, angosce ingiustificate. Dato che io, da tempo, soffro di una leggera depressione ho paura che anche la mia bambina possa risentirne. E’ possibile un’ereditarietà? Cosa mi può consigliare di fare per aiutarla a superare questi momenti? Grazie”. 

La risposta dell’esperto:

Cara Romina, a 7 anni possono presentarsi i comportamenti che descrivi come paure improvvise, pianto e angosce improvvise e, apparentemente, ingiustificate, ma non credo che siano sintomi depressivi, tantomeno ereditari. Li chiamerei, semmai, timori profondo legati alla crescita. Crescendo i bambini si trovano ad affrontare un mondo sconosciuto che li intimidisce ed è proprio attraverso le paure che si mantengono a debita distanza. Spesso a spaventarli non è solo il mondo esterno, ma anche quello interiore fatto di emozioni che vanno maturando in loro, come l’invidia, la gelosia, l’amore, e che possono turbarli. Coccoli la sua bambina, la rassereni, faccia in modo che giochi e si diverta. Ed eviti soprattutto di preoccuparsi esageratamente, perché non tanto la depressione, quanto le sue ansie possono venir “assorbite” dalla piccola.